Prestiti personali a dipendenti

Sei un lavoratore dipendente e hai bisogno di denaro per far fronte a delle spese di qualunque genere, più o meno impreviste? La miglior soluzione, sia dal punto di vista dell’elasticità che della convenienza, è rappresentata dai prestiti personali a dipendenti tramite cessione del quinto.

Pensati in maniera specifica per i lavoratori subordinati, sia di aziende private che di enti pubblici e statali, questi finanziamenti sono perfetti per garantire un credito agevole, conveniente, elastico.

Chi può fare domanda di prestiti personali per dipendenti attraverso cessione quinto dello stipendio.

La domanda può essere presentata da tutti i lavoratori dipendenti, indipendentemente dal tipo di lavoro svolto o dalla società / ente presso cui si lavora.

Dipendenti privati. Tutti coloro che lavorano alle dipendente di una grande azienda privata, possono fare domanda di questa tipologia di finanziamento. E’ solitamente richiesta un’anzianità lavorativa minima di almeno 6 mesi e circa 3000 euro di tfr accantonato.

Dipendenti statali, ovvero chi lavora presso enti statali e ministeriali, come i professori o i maestri, oppure è un dipendente delle forze dell’ordine o di polizia, tra cui Carabinieri, Esercito, Aeronautica Militare, Dipendenti di una delle varie Forze di Polizia del nostro paese (tranne le vigilanze private), e

Dipendenti pubblici, coloro che lavorano presso aziende pubbliche, come dipendenti delle ASL, degli enti ospedalieri, dipendenti comunali, provinciali o regionali, oppure che sono impiegati presso aziende municipalizzate (ovvero imprese private ma controllate dallo Stato).

Caratteristiche dei prestiti personali per dipendenti con cessione del V.

I finanziamenti personali riservati ai dipendenti sono sempre molto convenienti ed elastici, proprio per venire incontro, il più possibile, alle necessità del richiedente.

In maniera particolare si tratta di prestiti elastici, nel senso che la durata di rimborso può essere scelta dal richiedente, entro il limite minimo di 24 mesi e quello massimo di 120, convenienti, perché i tassi di interesse medi sono di solito sempre più bassi rispetto ad altre soluzioni alternative di finanziamento (come quelle finalizzate, ad esempio) e sono valutati anche in presenza di protesti o altri pregiudizievioli.

Rimborso del finanziamento

La modalità di rimborso delle rate dei prestiti a dipendenti è nota come cessione del quinto dello stipendio: ogni mese dalla retribuzione viene trattenuta, dall’azienda o dall’ente presso cui si lavora, una quota pari all’importo della rata da pagare (massimo 1/5 dello stipendio netto), la quale viene versata alla società finanziaria in qualità di rimborso del finanziamento.

Come chiedere un preventivo di prestiti per dipendenti attraverso cessione quinto?

Il preventivo, senza impegno, può essere chiesto in pochissimi minuti compilando il modulo qui sotto. Verrai contattato da un professionista Italprestonline che ti proporrà la miglior soluzione per le tue esigenze.

Altri finanziamenti per lavoratori dipendenti

Di seguito un elenco di altri prestiti per dipendenti che proponiamo, tutti elastici e a condizioni vantaggiose:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.