Prestiti a dipendenti statali

Se sei un dipendente statale e hai bisogno di un finanziamento che possa venire incontro alle tue esigenze di denaro, qualunque esse siano, i prestiti per dipendenti statali sono la soluzione per te. Pensati per tutti coloro che, in generale, lavorano nel settore del pubblico impiego, tali finanziamenti si caratterizzano per la semplicità nella fase di richiesta e per la loro assoluta elasticità.

Chi può chiedere il finanziamento? Chi sono i dipendenti statali

Quando si parla di dipendenti statali, si intendono tutti coloro che lavorano presso le pubbliche amministrazioni statali, siano esse centrali o locali.

Rientrano nella classificazione di dipendenti statali coloro che lavorano presso:

  • i Ministeri, come quello del Tesoro, delle Finanze, dell’Istruzione, ecc;
  • le scuole e le università, dai professori fino al personale ATA;
  • le forze dell’ordine e della difesa, inclusi Carabinieri, Esercito, Marina Militare, Aeronautica, tutti i vari tipi di Polizia (tranne i servizi di vigilanza privata), ecc.

Differenza tra dipendenti statali e pubblici

In genere ci si riferisce, con il termine di “dipendente statale”, a qualunque lavoratore che sia impiegato presso il pubblico impiego, in realtà c’è una differenza sostanziale tra chi lavora nel campo statale e chi, invece, nel settore del pubblico impiego: quest’ultimo gruppo di professionisti non lavora per le amministrazioni statali, bensì per enti come le ASL, gli Ospedali, i comuni, le province e le regioni.

Le caratteristiche del lavoro statale

La legge italiana disciplina, in maniera molto dettagliata, tutte le caratteristiche che deve avere il lavoro statale, definendo quanto segue:

  • l’orario di lavoro è pari a 36 ore alla settimana, e può essere:
    • flessibile, nel senso che è possibile anticipare o posticipare l’oraro di inizio o di fine del lavoro;
    • plurisettimanale, ovvero la possibilità di organizzare dei calendari lavorativi che includono più di una settimana;
    • possono lavorare secondo dei turni di lavoro.
  • l’orario di lavoro non può superare le 10 ore al giorno;
  • se il dipendente lavora per oltre 6 ore al giorno, ha bisogno di una pausa di almeno 10 minuti;
  • il lavoratore ha diritto ad un riposo di almeno 24 ore consecutive ogni 7 giorni di lavoro;
  • nel caso di straordinari, la maggiorazione sullo stipendio va dal 15% al 50%;
  • ogni anno il dipendente ha diritto a 32 giorni di ferie.

Dipendenti statali cattivi pagatori e protestati

Tutti i lavoratori dipendenti del comparto statale che sono stati segnalati come cattivi pagatori o come protestati, possono ancora fare domanda di prestito a condizioni sempre vantaggiose.

La stabilità del lavoro statale, uno di quelli considerati “sicuri” per eccellenza, permette al dipendente di fare domanda di prestito anche se ha avuto dei disguidi finanziari in passato.

Le richieste sono prese in considerazione e valutate anche in presenza di protesti o altre pregiudizievoli.

Come fare domanda di prestiti per dipendenti statali

Non perdere l’occasione di richiedere ora un preventivo gratuito e senza impegno per le tue necessità finanziarie, compila il modulo qui sotto in tutte le sue parti e verrai contattato entro breve da un nostro responsabile professionista che saprà studiare, con te, la soluzione migliore per le tue esigenze di prestito.

Altri finanziamenti per lavoratori dipendenti

Di seguito ti riportiamo le altre tipologie di prestiti dipendenti che proponiamo, sempre a condizioni molto competitive ed elastiche:

Lascia un commento